La storia


La corale folkloristica Trebula si costituisce nel 1972 con elementi giovanissimi per lo più appartenenti al coro parrocchiale. Effettua la sua prima esibizione l’8 dicembre dello stesso anno a Rivisondoli (AQ) in occasione della scelta della bambina per la rappresentazione della Madonnina al presepe vivente.

Varie esibizioni la portano in molti paesi dell’Abruzzo, e poi a Roma presso il ristorante “la Maielletta” dell’allora proprietario Marcello Di Meo. Nel 1974 la crociera offerta al coro da Marcello in cooperazione con la trasmissione radiofonica “chiamate Roma 31 31” , condotta da Paolo Cavallina e Luca Liguori, offre l’occasione al coro per esibirsi e farsi conoscere anche fuori dai confini nazionali.

Nello stesso anno la corale riceve il premio “ CAMPIDOGLIO ” e, nel gennaio del 1975 partecipa ad una giornata di solidarietà per i bambini orfani a Roma, condotta da Gabriella Farinon, all’epoca presentatrice RAI Tv. Successivamente la corale partecipa a diverse importanti rassegne canore, tra le quali quella svoltasi a Pordenone, una rassegna nord-centro-sud insieme al cantautore Tony Santagata, e quella svoltasi ad Atessa nell’agosto del 1975.

Fu in quest’ultima occasione che i coristi ebbero l’onore di conoscere il Maestro Antonio Di Iorio il quale, per l’occasione, donò gli spartiti originali dei suoi canti al direttore e al presidente della corale.

Oltre alle esibizioni folkloristiche, i giovani della corale hanno messo in scena anche diversi Musicals ( Caino e Abele, Storie di Periferia, Forza Venite Gente).

La corale subisce una svolta tra il 1989 ed il 1990, quando intraprende la strada della polifonia animando in modo particolare le liturgie ed effettuando soprattutto dei concerti di Natale non solo a Quadri ma in vari paesi dell’Abruzzo.

Nel 1992, in occasione del ventennale della fondazione, durante il soggiorno premio nelle Dolomiti sul versante Bellunese, precisamente a Digonera frazione del Comune di Rocca Pietore (BL), la corale si esibisce nel teatro di Arabba (BL), portando i canti e la tradizione popolare abruzzese in quei luoghi. Inoltre, sempre durante quel soggiorno, la corale anima la liturgia domenicale con la Missa Brevis in RE maggiore di Mozart .

Nel 1993 la corale entra in una crisi profonda che la porterà ad essere inattiva per ben 11 anni ed è all’inizio del 2005 che praticamente si ricostruisce e nell’agosto dello stesso anno, in occasione della settimana quadrese, si esibisce in piazza e presenta il suo 1° CD sul con canti prettamente quadresi, scritti dal poeta maestro Casimiro Liberatore e musicati dal maestro Luigi Fofi.

Testo tratto dall’opera “Quadri: un paese del Medio Sangro”